PIAZZA DEL DUOMO

PIAZZA DEL DUOMO

Show on map

Piazza Duomo , 96100 Siracusa

Piazza Duomo is Sicily’s most magnificent piazza, an immense theatrical space free of traffic except for the occasional wedding car or street-cleaning cart. It is gorgeous at any time of day, but perhaps most magical at night when its limestone pavement gleams like silk and the intricate Baroque facades of the Duomo, Palazzo Beneventano and Santa Lucia alla Badia are illuminated by lights with a tinge of sea-glass green. The Piazza is Ortigia’s salon, the place Siracusans from all over the city come dressed in their finery for a Sunday or evening stroll, to see and to be seen, but it is also a much-loved and much-used space. Locals hang out on the Duomo steps, and kids use the ancient Greek temple columns embedded in its walls as goal posts, or risk the ire of the sacristan as they dart in and out of the narthex playing games of hide and seek. Watch their antics from the terrace of the Gran Caffè del Duomo. Scritto da Ros Belford ITA VERSION Piazza Duomo di Siracusa, di forma semiellittica e dominata dalle facciate imponenti di questi palazzi nobiliari e da quelle barocche del Duomo e della chiesa di Santa Lucia alla Badia, è fortemente suggestiva, ed è fra le più belle d’Italia. La splendida Cattedrale, recentemente restaurata, è integrata nell’antichissima struttura del tempio di Atena del IV sec. A.C., di cui sono ancor oggi visibili le colonne doriche. Attualmente ne restano visibili, sul fianco sinistro del duomo, alcune colonne e lo stilobate sul quale esse poggiavano, in calcare locale, mentre altri resti (tegole marmoree e gocciolatoi a forma di testa di leone) sono conservati nel Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi. All’interno dell’attuale Duomo sono altresì ben visibili 9 colonne del lato destro del periptero e le due antistanti la cella. Dopo il terremoto del 1693 che danneggiò gravemente la struttura, furono eliminate le absidi e il presbiterio fu occupato da un grande altare barocco, opera di Giovanni Vermexio, che riutilizza come mensa d’altare un blocco di architrave dell’antico tempio. Nel 1728 venne iniziata la ricostruzione della facciata danneggiata, in formebarocche, opera di Andrea Palma, conclusa nel1753. Nel 1757 vi furono aggiunte le statue della “Vergine del Piliere”, di “Santa Lucia” e di “San Marziano”, opera di Ignazio Marabitti, a cui si devono anche le statue di “San Pietro” e “San Paolo” ai lati della gradinata di accesso. In piazza Duomo sorge il palazzo Vermexio (dal nome di Giovanni Vermexio, l’architetto che lo progettò e lo realizzò nel 1629), noto anche come “Palazzo del Senato”, sede del Municipio della città di Siracusa. Esso fu edificato sui resti del primo ed incompiuto tempio ionico, accanto al Palazzo Salonia – Interlandi e di fronte al palazzo Beneventano del Bosco, quest’ultimo costruito subito dopo il terremoto del 1693. All’incrocio tra la piazza e Via Picherali sorge il meraviglioso Palazzo Borgia del Casale.